Descrizione
Il trasportatore di animali vivi, in base al Regolamento (CE) n. 1/2005 ed alle relative disposizioni regionali, per poter svolgere tale attività deve acquisire specifiche autorizzazioni da parte del Servizio Veterinario dell’Azienda USL, riferite sia al mezzo di trasporto, sia allo stesso trasportatore.
Informazioni utili

1 Il Servizio Veterinario autorizza i trasportatori

2 verifica gli automezzi

3 rilascia l’eventuale certificato di omologazione

4 rilascia le autorizzazioni per il trasporto per conto terzi in ambito nazionale o comunitario

5 effettua l’esame di idoneità per il trasportatore

6 registra i trasportatori ed i mezzi adibiti al trasporto degli animali

7 rilascia al trasportatore/ditta di trasporto le relative attestazioni e autorizzazioni per il trasporto degli animali vivi.

Possono essere richiesti due tipi di autorizzazione al trasporto:

 TIPO 1 Attestato di autorizzazione dei trasportatori per viaggi della durata massima di 8 ore

 TIPO 2 Attestato di autorizzazione dei trasportatori per viaggi della durata superiore alle 8 ore

L’autorità competente al rilascio di detta autorizzazione è la ATS territorialmente competente sulla sede operativa del trasportatore.

Per poter ottenere un’autorizzazione di Tipo 2 (lunghi viaggi) il trasportatore deve dimostrare di disporre di mezzi omologati. Il certificato di omologazione per mezzi di trasporto su strada per viaggi della durata superiore alle 8 ore, previsto dal art. 18 del regolamento 1/2005, va inteso come certificato di conformità del singolo automezzo ai requisiti sanitari e di benessere animale, anche esso va richiesto alla ATS territorialmente competente in ragione della sede operativa del trasportatore.

Tali mezzi devono, infatti, garantire particolari requisiti tra i quali il Sistema di navigazione obbligatorio.

WhatsApp CONTATTO DIRETTO | WHATSAPP